Sera d’istêda

Parole di NATALE GRAZIANI
Musica di GUIDO BIANCHI

Due momenti della sera: l’imbrunire e la notte piena; due attimi d’amore nell’estate fra stelle e lucciole, sul soffice tappeto dell’erba spagna.
Momento di quiete, quasi di estasi, propizio per l’incontro degli innamorati sul far della sera. Momento di calda passione nel pieno della notte, quando le stelle sono più lucenti e lasciano cadere verso terra scie d’argento, quando, stanche di volare, le lucciole si abbattono al suolo esauste, mentre s’innalza l’innodia delle raganelle come per accompagnare il più frequente pulsare del cuore degli uomini.

L’è tott la sera una fiurida ad stêli,
zo par al prési al lozli al ciapa via,
al strid int’ e’ canêd al raganêlì
e una canta la ‘s sveggia int’ I’ Immaria.

Oh com e’ I’ è bël, murina,
a fé l’amor stasera,
a fé l’amor, Rusina,
fra ‘I lozli e la spagnera!

E casca una zamnêda ad lozli ‘n têra,
d’ogni tant ‘na stêla la ‘s arbôta,
al strid al raganêli cun piò cagnêra
a me, Rusina, bêda! « ai dagh la bôta ».

Oh com e’ I è bël murina ecc.. ecc..

SERA D’ESTATE — E’ tutta la notte una fiorita di stelle / giù per i campi le lucciole prendono il via / stridono nel canneto la raganelle / e una canta si sveglia all’Ave Maria / Oh, come è bello, morina, / a fare all’amore questa sera, / a fare all’amore, Rosina, / fra le lucciole e l’erba spagna. / Cade una manciata di lucciole in terra, / di tanto in tanto una stella cade, / stridono le raganelle con più intensità / ed io, Rosina, bada, « ci dò la botta » / Oh, come è bello morina ecc. ecc.


Propr. ris. Edizioni del Girasole srl
Via Pasolini 45 RAVENNA
E-mail: edizionigirasole@libero.it