Antologia Carioli – volume 4

Antologia Carioli vol.4

Iniziatori della rievocazione dell’antico canto popolare romagnolo furono il M° Cesare Martuzzi con le «cante delle stagioni» ed il M° Francesco Balilla Pratella che aveva già affrontato felicemente il giudizio del pubblico con l’opera teatrale «La Sina ‘d Vargoun». Scomparsi gl’iniziatori, l’erede geniale, ricco di talento musicale è il M° dotti. Guido Bianchi di cui si completa, con questo IV volume, la serie dei mesi dell’anno e si presentano inoltre «La canta di San Marino» e «La canta di Baracca». Accanto al Bianchi, allievo del Pratelia, fioriscono, in questa «Antologia», i Maestri: Lino Guerra di Lugo, Turibio Baruzzi di Imola, Antonio Ricci di Massalombarda, Giuseppe Calamosca di Ravenna e Dante Rava di Lugo. Con il contributo di questi Maestri, di cui Bruto Carioli ha saputo analizzare e cogliere con viva squisita sensibilità gli aspetti più significativi della loro opera, il programma dei Canterini Romagnoli si fa di volta in volta più vario e più suggestivo e le gole dei Canterini vanno riscuotendo sempre di più il plauso degli uditori.

A. Spallicci

[table “” not found /]